sabato 23 marzo 2013

Attività di studio: i censimenti.

Le attività di un birdwatcher sono cadenzate durante l’anno da ricerche e studi sull’avifauna. Molti sono gli impegni che coinvolgono questo mondo di appassionati, come ad esempio il censimento invernale degli uccelli acquatici denominato IWC (International Waterbird Census, IWC Italy), che si svolge nel mese di gennaio. Questa attività costituisce un importante monitoraggio ornitologico che coinvolge molti volontari che hanno la passione e la capacità tecnica nel riconoscere le varie specie di uccelli acquatici.
Moretta ♀, Pian di Spagna (CO).

Fistione turco ♂, Laghetto di Piona (LC).

Moriglione ♂, Laghetto di Piona (LC).

Sempre a gennaio, l’attività ornitologica prevede la raccolta dati per l’atlante delle specie svernati in Italia e in modo più dettagliato nella provincia di Lecco.
Svasso piccolo, Laghetto di Piona (LC).
Il 9 marzo è stato il giorno del censimento dell' Aquila e Gipeto nel Parco Nazionale dello Stelvio. Questa occasione ha permesso di ritrovare vecchi amici e farne di nuovi. Quest’anno ricorderò questo censimento con soddisfazione poiché ho osservato un gruppo di aquile reali composto da nove individui immaturi, un fenomeno particolarmente raro.

Il 23 marzo è stato il turno del monitoraggio dello smergo maggiore sul Lago di Como. Di quest’anatra ne ho già parlato precedentemente nel post "lo smergo maggiore".
Smergo maggiore ♂, Laghetto di Piona (LC).
Durante il censimento, la mia zona di osservazione è stata la sponda orientale del Lario (tratto Colico-Varenna). Al termine dell’osservazione ho riportato i seguenti dati: individui osservati 37 di cui 14 coppie.


I censimento ha visto più ricercatori presenti in contemporanea sul campo. Il conteggio complessivo riguardante il Lago di Como ha riportato i seguenti dati: 44 coppie, 15 femmine solitarie, 2 maschi adulti solitari, 2 maschi immaturi.

Per un appassionato di ornitologia è fondamentale approfondire la conoscenza del proprio territorio attraverso le varie mutazioni comportamentali degli uccelli che rappresentano degli importanti indicatori ambientali; fermarsi infatti al solo “guardare gli uccelli” sarebbe un’incomprensibile superficialità.

Con l’inizio della primavera ci attendono altri impegni, tra questi ricordo gli studi sulla migrazione primaverile e sulla nidificazione, pertanto invito i miei lettori a non perdere di vista il mio blog nei prossimi mesi.

Nessun commento:

Posta un commento