sabato 16 febbraio 2013

Il sentiero delle cince

Il titolo del post odierno è molto simile ad un post proposto esattamente un anno fa sulla Val Roseg, "La valle delle cince".
Il titolo odierno “Il sentiero delle cince” deriva semplicemente dal percorso che parte da Sankt Moritz (Engadina) e raggiunge Pontresina all’imbocco della Val Roseg, famosa valle dove gli uccelli non hanno timore dell’uomo.


Precise indicazioni  lungo il percorso
Il sentiero è completamente immerso in una pineta. Come capita spesso in Svizzera, gli animali sono meno timorosi che dalle nostre parti e la radicata abitudine di posizionare mangiatoie lungo il percosso facilita l’osservazione di molta fauna alpina. Di seguito, vi propongo una sequenza d’immagini.


Comodo e pianeggiante sentiero, molto battuto dai turisti invernali.


Primi incontri…
Cincia dal ciuffo

Nocciolaia
Picchio muratore
Un’apertura del bosco spazia la vista sul lago di Staz, invisibile perchè coperto dalla neve.
Lago di Staz in versione invernale
Uniche abitazioni nei pressi del lago
Si rientra nel bosco e si fanno ulteriori osservazioni.
Un maschio di crociere
Una femmina di crociere
Decisamente l’osservazione più emozionante è quella di una coppia di caprioli.
Femmina di capriolo
 Il capriolo (Capreolus capreolus) è un ungulato appartenente alla famiglia dei cervidi. È diffuso in gran parte dell'Europa continentale e in Gran Bretagna. In Italia si trova sulle Alpi e sugli Appennini. Ultimamente, si assiste alla lenta ricolonizzazione dei boschi della pianura padana, dove predilige boschi aperti in cui il sottobosco sia fitto e che siano inframmezzati da radure e zone cespugliose.


Femmina di capriolo
Maschio di capriolo

 Il maschio ha palchi corti in genere con tre punte per lato nei soggetti adulti.
Capriolo “in velluto”, termine usato in questo periodo mentre crescono i palchi.
Impropriamente considerate corna, nei cervidi sono presenti i palchi (appendici ramificate che si trovano sul capo). I palchi sono costituiti da un particolare tessuto osseo senza un rivestimento corneo e vengono rinnovati periodicamente ogni anno.

L’ormone somatotropo è quello che determina la crescita dei palchi. Quando il tessuto è in crescita è riccamente vascolarizzato e rivestito esternamente da una morbida peluria: il velluto.
Il testosterone, invece, determina la progressiva ossificazione dei palchi e, quindi, la chiusura dei vasi che li nutrono. Ciò determina in primo luogo l’arresto della crescita, la morte ed il distacco del velluto ed, infine, la caduta dei palchi.



Mangiatoie per piccoli uccelli. A volte capita che le cince si posino sulle mani per raccogliere il cibo.


Un picchio rosso maggiore raccoglie cibo dalla mangiatoia

Cincia alpestre
Cincia mora
Sempre molto elusivo e difficilmente osservabile è il rampichino alpestre


La nostra passeggiata termina all’uscita del bosco. Siamo nelle vicinanze di Pontresina.
Pontresina

La stazione ferroviaria di Pontresina da cui passa il treno Bernina Express della compagnia ferroviaria svizzera “Ferrovia Retica” che copre la tratta tra Tirano e Sankt Moritz. Questo treno percorre un itinerario di notevole interesse paesaggistico. Nel 2008 la ferrovia del Bernina è stata inclusa nell'elenco dei patrimoni dell'umanità stilato dall'UNESCO.






1 commento: