martedì 21 febbraio 2012

ma che ci fanno qui i frosoni?

Ettore Arrigoni degli Oddi, famoso ornitologo dei primi del ‘900 usava dire: “mai sorprendersi, gli uccelli hanno le ali”. Allora perché tanto stupore nel vedere i frosoni? semplicemente perché li ho visti a quota 1896 in un bosco di cembri e non in pianura in bosco di latifoglie dove abitualmente si trovano. 

Il Frosone è un uccello migratore regolare e svernante in Italia.
La sua distribuzione si estende in tutta l’Europa sino all’Asia 
occidentale. Di aspetto tozzo, reso più corpulento dalle 
grandi dimensioni del capo e dal grosso becco talmente
forte da spezzare i noccioli delle ciliege.
un frosone in fase di atterraggio su di un cembro

un rosso maschio di ciuffolotto
la cinciallegra
non poteva mancare lo scoiattolo
la cincia alpestre
lasciato il bosco l’ambiente cambia velocemente,
è un piacere questa neve, sembra zucchero…

una fantastica pernice bianca si lascia fotografare prima di spiccare il volo...
come sempre grande giornata…

Nessun commento:

Posta un commento