domenica 13 aprile 2014

Un trionfo di fiori dall'intensa tonalità rosa

Numerose sono le tradizioni e le leggende legate ai fiori, solo pochi giorni fa su libereali si è parlato della tradizione giapponese "Hanami" legata alla fioritura dei ciliegi.

2_Cercis siliquastrum (25)

1_Cercis siliquastrum (4)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Cercis siliquastrum volgarmente chiamato “Albero di Giuda” o “siliquastro

3_Cercis siliquastrum (9)

4_Cercis siliquastrum (26)

 

In occidente non esiste nessuna tradizione paragonabile a quella nipponica, sia per la partecipazione che per il profondo senso dato all’evento, ma è possibile portare alcuni esempi relativi al legame tra specie vegetali e  leggende fantasiose. Uno di questi è il Cercis siliquastrum volgarmente chiamato “Albero di Giuda” o “siliquastro che sarà l’argomento di questo post. 

 

 

 

 

 

 

 

 

5_Cercis siliquastrum (36)In botanica il nome Cercis siliquastrum deriva dal greco cercis = ago o spola, in riferimento alla forma dei frutti. Assume il nome comune in “Albero di Giuda” per un’antica credenza secondo la quale, Giuda Iscariota si impiccò ad uno dei suoi rami, in seguito al tradimento a Gesù Cristo.
Decisamente più appropriata è la denominazione data dai francesi, che assegnano a questo albero il nome “arbre de Judée” che significa “albero di Giudea”, per via delle sue origini geografiche poste tra l'Asia Minore e l'Europa del sud.
 

 

6_Cercis siliquastrum (86)

Il Cercis siliquastrum appartiene alla famiglia delle leguminose, è un albero dalle medie dimensioni e grazie alla sua resistenza è molto utilizzato nei viali alberati cittadini che diventano particolarmente gradevoli durante la fioritura.

13_Cercis siliquastrum  (41) I fiori del Cercis siliquastrum, hanno una caratteristica singolare, infatti sono gli unici a sbocciare in gruppo sul legno spoglio prima della comparsa delle foglie.

9_Cercis siliquastrum (48) 7_Cercis siliquastrum (52) 8_Cercis siliquastrum (49)  

 

 

 

 

 

 

 

 

10_Cercis siliquastrum (50)

Curiosità gastronomica
In alcune aree italiane è usanza conservare i fiori di Cercis siliquastrum sott’aceto, oppure consumarli fritti con la pastella o, meglio ancora, gustarli crudi nelle insalate miste o nelle macedonie di frutta, alle quali conferiscono un effetto visivo gradevole.
16_Cercis siliquastrum (70)

12_Cercis siliquastrum  (79)

 13_Cercis siliquastrum  (41)    15_Cercis siliquastrum (68)

 

 

 

 

 

 

 

Presto l’esplosione del rosa dei fiori lascerà posto alle foglie e sul suolo resterà un effimero tappeto di fiori che al primo alito di vento scomparirà.

 19_Cercis siliquastrum (84)

 18 Cercis siliquastrum (78)

 

 

 

 

 

 

 

Il suolo ricoperto dai fiori appassiti di Cercis siliquastrum

17_Cercis siliquastrum (67)

Nessun commento:

Posta un commento