lunedì 10 dicembre 2012

Una fredda giornata in Pian di Spagna

Le prime luci dell’alba timidamente illuminano i campi in riposo invernale del Pian di Spagna. E’ una mattinata fredda di quelle che ti aprono i polmoni e i monti circondanti sono velati da leggere nubi.
Una sensazione di totale solitudine… un piacere immenso…





Le cime innevate fanno da cornice al luogo.


Un infreddolito Pettirosso. Beh non sono solo!

Un solitario cavallo scorazza libero sul terreno ghiacciato.

È in questo magico momento che un particolare canto rompe il silenzio:

Non ci posso credere! Solitario in mezzo ad un prato, scorgo un Piviere dorato (Pluvialis apricaria).
Questa rarità va documentata!

Il Piviere dorato è un limicolo appartenente alla famiglia dei Caradridi.

L’areale riproduttivo del Piviere dorato comprende le zone della Tundra artica dell’Europa settentrionale tra l’Islanda e la Siberia centrale. I siti di nidificazione più meridionali sono in Gran Bretagna e Germania settentrionale. I quartieri di svernamento si estendono in Europa centrale e meridionale (compresa l'Italia), in Africa settentrionale, nella Penisola Arabica e in Africa occidentale a sud del Marocco.
In Italia è presente tra settembre e aprile soprattutto nelle zone pianeggianti dell’Italia settentrionale (Emilia-Romagna, Puglia e costa tirrenica toscana e laziale). In Pian di Spagna è una rarità. Negli ultimi decenni pochissime sono state le osservazioni di questo uccello in questa zona.


Il Piviere dorato durante l’estate ha una colorazione bruna. Con l’arrivo della stagione fredda il piumaggio si tinge delle caratteristiche macchie giallo oro, da cui ne deriva il nome.
*Disegno di Piviere dorato, realizzato da U. Catalano per la pubblicazione “Iconografia degli Uccelli D'Italia” edito dall’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica.

Nessun commento:

Posta un commento