domenica 20 marzo 2016

Equinozio di primavera

Oggi, 20 marzo alle ore 4:30 UTC (05:30 italiane) inizia la primavera astronomica.

Il Mandorlo (Prunus dulcis=Amygdalus communis), pianta rustica e longeva originaria dell'Asia occidentale, è tra tutti gli alberi da frutto il primo a fiorire ed annunciando la primavera. Venne introdotto dai Fenici nel bacino mediterraneo. Il Mandorlo è particolarmente resistente, si adatta ai climi molto caldi ed alla siccità, nel contempo sopravvive anche a temperature fino a 15-20 gradi sotto lo zero. Queste immagini di mandorlo in fiore sono state scattate in Val Poschiavo (CH), è particolare scorgere una macchia di colore tra la vegetazione ancora in riposo invernale.

Mandorlo_Brusio-CH_001

Mandorlo_Brusio-CH_0014

 

 

La caratteristica che lo contraddistingue è la precocità nel fiorire che ha ispirato nel corso degli anni miti, tradizioni e leggende. Per alcune religioni, il seme contenuto nel nocciolo, rappresenta l’essenziale celato sotto l’apparenza, quindi il cuore dell’essere. Questo argomento rischia però di farci addentrare in un campo filosofico religioso che ci porterebbe molto lontano dalla semplicità di questo frutto; d’altra parte, la mandorla resta anche ai nostri giorni l’ingrediente principale dei confetti, all’interno delle bomboniere infatti è usanza inserirne cinque che simboleggiano per gli sposi i seguenti cinque auguri: salute, ricchezza, felicità, fertilità e longevità.

Mandorlo_Brusio-CH_002

 

 

 

Mandorlo_Brusio-CH_003

 

 

 

 

 

Prunus_dulcis

 

 

 

 

 

 

Prunus dulcis
fonte wikimedia.org - Flora von Deutschland, Österreich und der Schweiz '' 1885.

 

 

 

 

 

 

 


Bibliografia

Brosse,J., Storie e leggende degli alberi. 1991

1 commento:

  1. Anche qui sono i prugni selvatici (qui noti popolarescamente come rusticani) ad aprire le fioriture.
    E' una sorta di scommessa, di avventatezza biologica, direi.
    Molti di questi alberi sono rimasti a lungo senza api, bombi etc. perche' in questi ultimi giorni, i giorni della loro fioritura, e' come se, un lontano eco di inverno sia arrivato, con temperature piu; basse e brinate notturne. Troppo freddo per gli insetti bottinatori e impollinatori.

    RispondiElimina